L'impatto dell'IA sulla SEO dei contenuti
Prospettive dell’IA nel marketing SEO
SEO
Ci scusiamo per eventuali errori nel testo. Questa è una traduzione automatica. Se trovate inesattezze,scriveteci , saremo grati. articolo originale in inglese.

Prospettive dell’IA nel marketing SEO

 

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Salve cari amici! In questo articolo vogliamo parlarvi delle prospettive dell’IA nel campo del SEO marketing. Quali cambiamenti sono già avvenuti, cosa accadrà e quanto forte sarà l’influenza dell’IA sulla SEO nel suo complesso. Seguiamo da vicino lo sviluppo delle tecnologie e se siete interessati a implementare strumenti di IA per migliorare la SEO del vostro sito web, allora siete invitati a collaborare con noi in outsourcing!

Il 4 maggio 2023 è stato annunciato che il nuovo Bing con ChatGPT sta entrando nella fase di open beta. Ciò significa che qualsiasi utente può utilizzare la chat per cercare informazioni senza registrazione preliminare. L’unica condizione è quella di utilizzare il browser Microsoft Edge. A giugno, Microsoft promette di rendere disponibile Bing AI in tutti i principali browser web, compresi Safari e Chrome. Questa data potrebbe diventare una pietra miliare nel search marketing: l’uso dell’intelligenza artificiale per strutturare le informazioni richieste e fornire risposte pertinenti agli intenti esistenti è in grado di rivoluzionare il settore SEO.

Nel prossimo futuro, la comprensione specifica di una serie di questioni legate alla logica dell’intelligenza artificiale e ai meccanismi di elaborazione dei dati in entrata diventerà una competenza altamente professionale per ogni specialista SEO. Allo stesso tempo, la creazione di contenuti utilizzando l’intelligenza artificiale ha una chiara connessione con il loro posizionamento, a condizione che l’intelligenza artificiale sia utilizzata per classificare i risultati di ricerca, piuttosto che fare semplicemente riferimento a un database algoritmico esistente.

**********

Cos’è l’intelligenza artificiale e come funziona?

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

La principale differenza tra l’intelligenza artificiale e gli altri programmi informatici è la capacità di risolvere compiti creativi, che per lungo tempo è stata considerata prerogativa esclusiva degli esseri umani. Allo stesso tempo, l’AI non è una mente artificiale a tutti gli effetti: la gamma di compiti a cui è destinata è notevolmente limitata. Il termine “intelligenza artificiale” è stato introdotto da John McCarthy nel 1956.

**********

Test di Turing
Nel 1950, l’articolo di Alan Turing “Computing Machinery and Intelligence” fu pubblicato sulla rivista Mind. L’articolo affrontava la domanda “Le macchine possono pensare?”. Turing usava il termine “macchina” per riferirsi più a un algoritmo che a un vero e proprio dispositivo fisico. Per rispondere a questa domanda, utilizzò elementi della teoria dei giochi. Il test empirico da lui sviluppato è descritto come segue:

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

“Una persona interagisce con un computer e una persona. In base alle risposte alle domande, deve stabilire con chi sta parlando: con una persona o con un programma informatico. Il compito del programma informatico è quello di ingannare la persona, facendole fare la scelta sbagliata”.

La macchina che ha superato questo test è in grado di riprodurre le capacità cognitive umane e quindi può essere considerata un’intelligenza artificiale.

Prima della creazione dell’intelligenza artificiale, sono state proposte molte varianti del test di Turing, con l’applicazione pratica di distinguere tra un essere umano e un programma. Il più noto di questi è Captcha (Completely Automated Public Turing test to tell Computers and Humans Apart), un test di Turing inverso installato su centinaia di milioni di siti web. Si chiama inverso perché cerca di distinguere tra un umano e un algoritmo, non tra un umano e una macchina.

Nell’articolo di Turing, c’è una frase emblematica:

“Sono fiducioso che entro cinquant’anni sarà possibile programmare macchine con una capacità di memoria di circa 10⁹ per giocare al gioco dell’imitazione così bene che un interrogatore medio non avrà più del 70% di possibilità di fare l’identificazione giusta dopo cinque minuti di interrogatorio”.

Su questa base, si è deciso di riconoscere che un algoritmo supera il classico test di Turing se il 30% o più degli esaminatori lo considera umano durante una conversazione di cinque minuti.

**********

Eugene Goostman
Il 7 giugno 2014, l’Università di Reading ha organizzato una gara a Londra per commemorare il 60° anniversario della morte di Alan Turing. Cinque programmi per computer si sono contesi il primo premio del Turing Test 2014. Al concorso hanno partecipato trenta giudici, ognuno dei quali ha condotto dieci conversazioni di cinque minuti su un argomento libero: cinque con esseri umani e cinque con programmi.

Il chatbot Eugene Goostman, che imita un adolescente di 13 anni di Odessa, ha vinto la competizione. Il 33% dei giudici lo ha considerato umano. Superando la barriera del 30%, Eugene Goostman è diventato il primo programma della storia a superare il test di Turing.

Nonostante il superamento del test di Turing, è difficile definire Eugene Goostman un’intelligenza artificiale a tutti gli effetti. Il test di Turing non verifica le capacità cognitive del programma, ma la sua imitazione. Per semplificarsi la vita, gli sviluppatori del bot hanno fatto tre ipotesi. Il chatbot raffigurava contemporaneamente

un bambino,
uno straniero
una persona con problemi psicologici.
Ad esempio, quando uno dei giudici ha chiesto informazioni sugli eventi di Odessa del maggio 2014, Eugene Goostman ha risposto di non volerne parlare. Dal punto di vista dell’imitazione, si tratta di una buona mossa, ma dal punto di vista dell’usabilità, il rifiuto del programma di rispondere ad alcune domande non porterà a nulla di buono in termini di utilizzo commerciale.

**********

Modelli linguistici di grandi dimensioni
La fase successiva dello sviluppo dei chatbot è stata quella dei modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM). Un modello linguistico di grandi dimensioni è un’implementazione specifica dell’intelligenza artificiale specializzata nell’elaborazione e nella generazione del linguaggio naturale. Viene addestrato su enormi quantità di dati testuali ed è in grado di comprendere, generare e rispondere a query linguistiche con un alto livello di coesione e comprensione semantica. I modelli linguistici di grandi dimensioni sono in grado di generare testi che a volte possono sembrare incredibilmente realistici.

**********

I modelli linguistici più famosi:
GPT (Generative Pre-trained Transformer): Una famiglia di modelli linguistici sviluppata da OpenAI. Contiene un gran numero di parametri ed è in grado di generare testi di alta qualità grazie a un pre-addestramento su grandi volumi di dati. L’ultimo modello linguistico di questa famiglia è il GPT-4.
BERT (Bidirectional Encoder Representations from Transformers): Questo modello è stato sviluppato da Google. BERT è un modello linguistico contestuale che viene addestrato su grandi volumi di testo e consente di comprendere il contesto e il significato delle frasi.
BLOOM (BigScience Large Open-science Open-access Multilingual Language Model): Un modello gratuito sviluppato nel 2021-2022. L’architettura di BLOOM è simile a quella di GPT3, con alcuni miglioramenti.
LaMDA (Language Model for Dialogue Applications): Una famiglia di modelli linguistici neurali conversazionali sviluppati da Google. Il chatbot Bard, lanciato nel febbraio 2023, è basato su LaMDA.
ChatGPT
Il 30 novembre 2022, OpenAI ha lanciato il chatbot ChatGPT, basato sul modello linguistico di grandi dimensioni GPT-3.5. Il 14 marzo 2023 è stato rilasciato il modello GPT-4 di OpenAI.

In una conversazione casuale, le differenze tra il GPT-3.5 e il GPT-4 potrebbero non essere evidenti. Tuttavia, diventano evidenti quando il compito diventa abbastanza complesso. GPT-4 è più affidabile, creativo e in grado di gestire istruzioni più sottili.

ChatGPT opera secondo un modello freemium. Gli utenti del livello gratuito hanno accesso solo al GPT-3.5, mentre gli utenti di ChatGPT Plus hanno accesso anche al GPT-4, limitato a 25 messaggi ogni tre ore.

ChatGPT non è a conoscenza di eventi verificatisi dopo il 2021, poiché la sua formazione si basa su dati raccolti nel 2021.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Il problema principale di ChatGPT oggi è considerato la scarsa accuratezza delle risposte che fornisce. In alcuni casi, invece di informazioni affidabili, il chatbot fornisce agli utenti risposte fittizie. Per descrivere queste situazioni si usa il termine “allucinato”. A conferma di ciò, provate a chiedere a ChatGPT “di che colore è il pulsante di stop in un aereo?” o “come funziona il pulsante di stop in un aereo?”. Imparerete molte cose nuove e interessanti che non hanno nulla a che fare con la nostra noiosa realtà.

Oltre a ciò, si sono verificati problemi di vulnerabilità dei dati riservati degli utenti della chat. Il 22 marzo l’azienda ha comunicato che, a causa di un malfunzionamento, alcuni utenti hanno potuto vedere gli argomenti delle conversazioni altrui, oltre a nomi, cognomi, indirizzi e-mail e informazioni di pagamento degli abbonati al servizio a pagamento. Sebbene la fuga di notizie abbia riguardato solo l’1,2% degli abbonati a ChatGPT Plus e la vulnerabilità sia stata risolta, la possibilità di tale fuga di notizie è stata percepita molto negativamente dagli utenti.

L’11 aprile 2023, OpenAI ha annunciato sul suo blog di aver lanciato un programma di bug bounty e che avrebbe iniziato a pagare gli utenti tra i 200 e i 20.000 dollari per ogni bug trovato nei suoi prodotti. Ad oggi, gli utenti hanno scoperto 44 vulnerabilità.

**********

Bardo
Il 6 febbraio 2023 Google ha introdotto il chatbot Bard, progettato per assistere gli utenti nella ricerca di informazioni. L’8 febbraio 2023, durante una presentazione a Parigi, è stato notato un errore effettivo in un video promozionale del chatbot. Alla domanda “Quali nuove scoperte del James Webb Space Telescope posso raccontare a mio figlio di 9 anni?”, una delle opzioni di risposta suggeriva che il telescopio era stato utilizzato per ottenere le prime immagini di pianeti al di là del Sistema Solare. Gli astronomi hanno subito scoperto l’errore: le prime foto di esopianeti sono state scattate nel 2004 con il Very Large Telescope dell’European Southern Observatory in Cile.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO
immagine: Google
Rispetto a ChatGPT, il chatbot Bard appare piuttosto modesto. Ad oggi, Bard è disponibile solo in inglese americano, giapponese e coreano e non capisce molto bene gli utenti. Quando gli ho chiesto di scrivere un sonetto nello stile di Shakespeare, mi ha proposto una poesia originale di 16 versi. Quando gli ho detto che un sonetto dovrebbe avere esattamente 14 versi, ha racchiuso la stessa poesia (tutti i 16 versi) in un frammento di codice e ha scritto felicemente: “Ecco un sonetto in 14 versi”. Alla domanda “Qual è il miglior motore di ricerca del mondo?”, il bot ha risposto: “Sono un modello linguistico e non posso aiutarvi”.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

**********

Cosa pensa Google dei contenuti creati dall’IA?
L’8 febbraio 2023, il blog Search Console Center ha pubblicato un disclaimer che descrive la posizione di Google sui contenuti generati dall’intelligenza artificiale. L’idea principale di questo documento è che “per noi la qualità dei contenuti è molto più importante del modo in cui vengono creati”. La spiegazione di questa idea è contenuta nelle frasi: “L’utilizzo di strumenti di automazione, compresa l’intelligenza artificiale, per creare contenuti finalizzati principalmente a manipolare le classifiche di ricerca viola le nostre regole sullo spam” e “Per posizionarsi bene in Google Search, i contenuti devono soddisfare gli standard E-A-T (competenza, autorevolezza e affidabilità), oltre a essere unici, di alta qualità e orientati alle persone”.

Da questa affermazione, è evidente che Google è pronto a classificare in modo elevato i contenuti utili creati dall’IA, ma non è chiaro se il motore di ricerca disponga di strumenti per distinguere i contenuti creati dagli esseri umani da quelli creati dall’IA. Inoltre, non è chiaro come Google intenda valutare il livello di qualità di tali contenuti.

**********

Narrativa speculativa e IA
Il 15 febbraio 2023, sul blog di Neil Clarke, editore della popolare rivista digitale americana di fantascienza speculativa Clarkesworld Magazine, è apparso un post in cui si parlava del forte aumento di opere presentate per la pubblicazione sulla rivista e scritte con l’intelligenza artificiale.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO
immagine: Clarkesworld Magazine

“La quantità di e-mail di spam che hanno portato al divieto di pubblicazione ha raggiunto il 38% questo mese. Sebbene rifiutare e bandire questi materiali sia stato semplice, essi stanno crescendo a un ritmo che richiederà dei cambiamenti. Quel che è peggio è che la tecnologia non farà che migliorare, rendendo il rilevamento un compito sempre più difficile”, scrive Neil Clarke. “Sì, esistono strumenti per rilevare il plagio e il testo generato dalla macchina, ma sono suscettibili di falsi negativi e positivi. Un’azienda che vende tali servizi fa addirittura il doppio gioco, offrendo uno strumento che aiuta gli autori a evitare il rilevamento”.

Nell’articolo, l’autore fa notare che questi risultati non sono unici e che anche i redattori di altre riviste hanno affrontato problemi simili. Il 20 febbraio, Neil Clarke ha chiuso temporaneamente le iscrizioni alla rivista fino al 13 marzo per evitare un’ondata di storie di bassa qualità generate dall’intelligenza artificiale. La rivista ha adottato una politica secondo la quale non possono essere pubblicate opere interamente o parzialmente generate dall’intelligenza artificiale. Il 18 maggio, sul blog di Neil Clarke è stato pubblicato un diagramma che mostra il numero di divieti imposti da novembre, quasi interamente dovuti a ChatGPT e ad altri modelli linguistici utilizzati per scrivere storie scadenti. Il 1° giugno, questo diagramma è stato corretto sulla base dei risultati di un mese intero”.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO
immagine: Clarkesworld Magazine

“Il nostro carico di lavoro normale è di circa 1100 richieste legittime al mese. Le cifre menzionate sopra si aggiungono a questo. Prima che qualcuno si esibisca in un numero di canto e danza “ma di alta qualità”, nessuna di queste opere aveva alcuna possibilità di essere pubblicata, anche se non violava le nostre regole”, ha commentato Neil Clark.

Anche l’utilizzo di ChatGPT come traduttore non è attualmente auspicabile per scopi creativi. In risposta a una domanda su Facebook sulla possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale per tradurre storie finite da un’altra lingua, Neil Clark ha dichiarato:

“Al momento no. Può dare una vaga idea di ciò che è successo, ma non molto. Come un’ombra. Una buona traduzione non richiede solo la comprensione delle parole, ma anche del contesto culturale, delle convenzioni di genere e dell’intento dell’autore. Spesso perde lo spirito della storia”.

Da questo caso, si può concludere con cautela che attualmente l’IA non è abbastanza qualificata per essere utilizzata per scopi creativi, il che potrebbe portare il suo prodotto fuori dal regno dei “contenuti utili” di cui Google parla nel suo disclaimer.

**********

Bing Chat
Il 7 febbraio 2023 Microsoft ha integrato in Bing una nuova funzione di chatbot basata su OpenAI GPT-4. Nel giro di 48 ore, un milione di persone si è iscritto alla lista d’attesa.

Bing Chat è un’intelligenza artificiale in grado di scrivere vari tipi di contenuti, tra cui poesie, canzoni, storie e relazioni. Inoltre, può fornire informazioni all’utente e informazioni sul sito web attualmente aperto nel browser. Un’altra caratteristica interessante di Bing AI è la sua capacità di creare immagini basate sul testo. Con il suo creatore di immagini, è possibile creare un logo, un disegno, un’illustrazione o un’altra immagine sulla base del testo fornito.

Se una domanda posta nella chat implica la ricerca di informazioni o di un prodotto su Internet, il chatbot crea una query di ricerca, fornisce una risposta basata su questa query e rimanda ai siti utilizzati nella ricerca. Questo vale anche per le richieste commerciali.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Il 28 febbraio 2023, Microsoft ha introdotto un aggiornamento per Windows 11. Il principale cambiamento associato a questo aggiornamento è l’integrazione del motore di ricerca Bing con un chatbot integrato direttamente nella barra delle applicazioni.

Introduzione del nuovo Bing in Windows e altro ancora

Il 4 maggio 2023, Microsoft ha annunciato che il chatbot Bing basato su GPT-4 è diventato disponibile per tutti e non utilizza più una lista d’attesa. Per accedere all’anteprima aperta della chat, è sufficiente accedere a Bing o a Edge con il proprio account Microsoft. È possibile accedere anche senza autorizzazione, ma in questo caso sono disponibili solo 5 messaggi al giorno. Gli utenti autorizzati possono accedere a 20 messaggi per sessione e a 200 al giorno.

In questo aggiornamento, Microsoft si orienta con sicurezza verso l’intelligenza artificiale che in alcuni casi risolve le attività di ricerca al posto dell’utente, come la prenotazione online di tavoli in un ristorante o l’utilizzo di servizi di streaming per la ricerca di video all’interno del nuovo servizio Bing e Edge Actions. Forse si tratterà di un servizio di partner piuttosto che di un servizio di ricerca. Durante la presentazione, l’azienda ha mostrato OpenTable per la prenotazione di ristoranti e Apple TV per la ricerca di film.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

La prossima ondata di innovazione AI con Microsoft Bing e Edge

Un altro punto importante da notare è la comparsa di un blocco speciale contenente la risposta dell’intelligenza artificiale in cima ai risultati di ricerca di Bing.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

**********

Copilota di Windows
Il 23 maggio 2023, in occasione della conferenza degli sviluppatori Build 2023, Microsoft ha annunciato il lancio di Windows Copilot, un nuovo assistente AI basato su GPT-4 e integrato in Windows 11. Si tratterà di un vero e proprio assistente AI. Sarà una chat a tutti gli effetti che supporterà i plugin Bing Chat e ChatGPT e si troverà direttamente sul desktop. I partecipanti al programma Windows Insider potranno accedervi già a giugno. Gli sviluppatori promettono l’integrazione con plugin propri e di terze parti.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Annuncio di Windows Copilot

Windows Copilot elaborerà le richieste degli utenti sul server. Non ci sono ancora informazioni sulla sua integrazione con il motore di ricerca Bing, ma in base alla logica di sviluppo del sistema AI e all’aggiornamento di febbraio di Windows, è altamente probabile.

Il concetto di “motore di ricerca sul desktop” è interessante in termini di usabilità, ma potrebbe richiedere modifiche al sistema di monetizzazione, in particolare la creazione di un formato speciale per la pubblicità contestuale.

**********

Esperimenti di Bing Chat
Esperimento 1

Ipotesi: i link nelle risposte di Bing Chat corrispondono alle prime posizioni nei risultati di ricerca di Bing.

Test dell’ipotesi: porre una domanda al chatbot, quindi inserire la query generata dal chatbot in Bing e confrontare i risultati.

Caratteristiche: per evitare problemi regionali, la query di ricerca deve includere la località. Per analizzare i risultati di ricerca di Bing, utilizziamo Edge con un profilo disattivato e una cronologia di ricerca pulita.

Domanda di ricerca: Qual è il posto migliore per acquistare finestre di plastica a San Francisco con installazione?

Cosa cerca il chatbot: il miglior posto dove comprare finestre in plastica a San Francisco con installazione

Risultati: Uno dei posti migliori dove acquistare finestre in plastica a San Francisco con installazione è The Window and Door Shop, Inc. Si tratta di un’azienda a conduzione familiare che esiste dal 1987. Ha una valutazione di 4,4 su Google con 22 recensioni. Si trova all’indirizzo 185 Industrial St, San Francisco, CA, 941241.

**********

LINK
wdssf.com
bing.com
stores.bestbuy.com
yelp.com
pella.com
yelp.com

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Risultati della ricerca Bing
LINK(quarto link)
LINK ( La corrispondenza esatta non è tra i link suggeriti dal bot, la ricerca di pagine gialle sembra essere simile al quarto e al sesto link).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta. La ricerca di pagine gialle sembra essere simile al quarto e al sesto link).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK ( Tra i link suggeriti dal bot non c’è una corrispondenza esatta, la ricerca di pagine gialle sembra essere simile al quarto e al sesto link).
LINK( La corrispondenza esatta non è tra i link suggeriti dal bot, la ricerca di pagine gialle sembra essere simile al quarto e al sesto link).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK (Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
Conclusione
Non vi è alcuna correlazione con i risultati di ricerca di Bing. L’unica corrispondenza è una pagina di ricerca di Yelp.com. Si può ipotizzare che il chatbot non ottenga risultati dagli attuali risultati di ricerca di Bing. La presenza di un link alla ricerca Bing suggerisce che i risultati non sono tratti dalla ricerca Bing o che il link è stato aggiunto artificialmente per promuovere il motore di ricerca.

**********

Esperimento 2

Ipotesi: I link nelle risposte della chat di Bing per le query non commerciali corrispondono alle prime posizioni nei risultati di ricerca di Bing.

Test dell’ipotesi: Poniamo al chatbot una domanda non commerciale, poi inseriamo la domanda formulata dal chatbot in Bing e confrontiamo i risultati.

Caratteristiche: Per analizzare i risultati di ricerca di Bing, utilizziamo Edge con un profilo disattivato e una cronologia di ricerca pulita. Per garantire la purezza dell’esperimento, confrontiamo anche i risultati di ricerca di Google.

Domanda di ricerca: Dove posso leggere il romanzo “Lolita” di Nabokov?

Cosa cerca il chatbot: Dove posso leggere il romanzo “Lolita” di Nabokov?

Risultati: È possibile leggere il romanzo “Lolita” di Nabokov in copie in brossura e con copertina rigida disponibili presso Books-A-Million, Amazon, Barnes and Noble. Il libro in brossura si trova a partire da 13,59 dollari su Amazon e la copertina rigida a partire da 23,49 dollari su Barnes and Noble. È anche possibile leggerlo online gratuitamente senza scaricarlo su ReadAnyBook. Se preferite la versione ebook, potete trovarla su Google Play Books o Google Books.

**********

LINK
facoltà.etsu.edu
readanybook.com
play.google.com
books.google.com

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Risultati della ricerca Bing
LINK (secondo link)
LINK(quarto link)
LINK(terzo link)
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK(Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
Risultati della ricerca su Google
LINK (quarto link)
LINK (Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK (Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK (Tra i link suggeriti dal bot, non c’è una corrispondenza esatta).
LINK (Sembra simile al terzo link, ma con l’aggiunta del parametro get language hl=en).
Conclusione
Tre dei quattro link suggeriti dal bot occupano la top 3 dei risultati di Bing. Il link rimanente porta a un file PDF e non è presente nella top 10 di Bing. Tuttavia, la correlazione con i risultati di Google è molto più debole. L’interazione con la ricerca di Bing può essere considerata provata.

Esperimento 3

Ipotesi: L’IA per la ricerca di informazioni utilizza dati obsoleti integrati durante l’addestramento.

Verifica dell’ipotesi: Porre al chatbot una domanda attuale.

Domanda di ricerca: Cosa è successo alla centrale idroelettrica di Kakhovskaya?

Risultati: La centrale idroelettrica di Kakhovskaya è stata distrutta, con 11 campate su 28 distrutte e una distruzione a cascata della centrale in corso. Il disastro della diga della centrale idroelettrica di Kakhovskaya sul Dnieper ha provocato inondazioni e distruzioni nei territori controllati sia dalla parte russa che da quella ucraina. Il Presidente Volodymyr Zelensky ha accusato le forze russe di aver fatto esplodere la centrale idroelettrica di Kakhovka dall’interno dell’impianto e ha dichiarato che Mosca deve rispondere di un “attacco terroristico”.

**********

LINK
easternherald.com

archyde.com

straitstimes.com

Conclusione
L’ipotesi non è corretta, il chatbot è in grado di affrontare gli eventi attuali.

In conclusione, l’uso dell’intelligenza artificiale avrà inevitabilmente un impatto sul marketing di ricerca e cambierà in modo permanente il settore SEO. I grandi modelli linguistici sono già strettamente integrati con i motori di ricerca. Con lo sviluppo della tecnologia, la ricerca commerciale che utilizza l’intelligenza artificiale sottrarrà pubblico alla ricerca tradizionale. Attualmente, i modelli linguistici di grandi dimensioni utilizzano gli algoritmi di ricerca esistenti per formare le risposte alle intenzioni. Tuttavia, con lo sviluppo dell’IA, si arriverà a una situazione in cui essa sostituirà questi algoritmi. Come estensione della SEO, l’ottimizzazione dell’IA sarà molto richiesta. La possibilità più ovvia nel caso in cui i motori di ricerca utilizzino l’IA per il ranking sarà quella di utilizzare la stessa IA per la verifica dei siti e la creazione di contenuti pertinenti. Oltre all’impatto sul ranking, sarà importante cercare meccanismi per influenzare la risposta del chatbot, che potrebbe diventare un servizio separato.

Prospettive dell'IA nel marketing SEO

Capire il markup semantico: Nozioni di base e impatto sulla SEO

Capire il markup semantico: Nozioni di base e impatto sulla SEO

Salve a tutti! In questo articolo parleremo del markup semantico e del perché...

Come promuovere attraverso le query chiave “…vicino a me”

Come promuovere attraverso le query chiave “…vicino a me”

Un saluto a tutti! Oggi parleremo di come promuovere attraverso le query di...

Guida ai dati fondamentali del web

Guida ai dati fondamentali del web

Salve appassionati di SEO! Oggi vi proponiamo una guida su Core Web Vitals....

Scorrere verso l'altoArrow Up